ALMA MENARDI – Un variopinto mazzo di emozioni testo completo

L’opera d’arte è il risultato originale
di un temperamento originale.
Oscar Wilde

 

“Buongiorno professore, mi hanno detto che desiderava parlarmi.” “Oh, eccola signorina Menardi, si accomodi, l’ho fatta chiamare perché devo comunicarle una bellissima notizia: lei è stata scelta per partecipare a una prestigiosa manifestazione artistica, il Premio Parigi, che si terrà qui a Cortina a fine luglio. Sa di che cosa si tratta?”
“No professore.”
“Già, come potrebbe? E’ una novità per tutti noi. Allora, lo scorso anno Mario Sironi – un pittore già famoso che avrà sicuramente visto lavorare qui alla Scuola – ha proposto e ottenuto che l’Ambasciata d’Italia in Francia istituisse un Premio di pittura e scultura da tenersi a Cortina, il Premio Parigi per l’appunto. Abbiamo accettato molto volentieri e il nostro sindaco Mario Rimoldi è diventato Presidente del Comitato Esecutivo. Siete parenti se non erro.”
“Sì professore, lui è cugino primo di mio padre.”
“Rimoldi è uno che vede lontano, un intellettuale, un grande collezionista. Lo sa vero che apprezza molto la sua pittura e che desidererebbe comperare quel vaso di fiori tutto sui toni del blu, perché non glielo regala? Potrebbe essere per lei un investimento…”
Alma era rimasta in silenzio. Non voleva separarsi dal suo quadro.
“Non importa, torniamo al Premio Parigi. Deve sapere signorina Menardi che io ho scelto di proporre alla Commissione che deciderà i nomi dei partecipanti anche la presenza di un pittore locale. E questo pittore locale vorrei che fosse proprio lei. Se la sente?”

Scarica il documento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *